Posted on: 29 Dicembre 2020 Posted by: Redazione Comments: 0

“Il termopolio della Regio V, una delle tavole calde di Pompei, con l’immagine della Nereide a cavallo, già parzialmente scavato nel 2019, riaffiora per intero con altre ricche decorazioni di nature morte, rinvenimenti di resti alimentari, ossa di animali e di vittime dell’eruzione.” A parlare è direttamente il Direttore del Parco Archeologico di Pompei il prof. Massimo Osanna.

 

Una scoperta unica non solo per la conservazione degli affreschi quasi intatti quanto più perché restituisce uno spaccato di vita vissuta, una istantanea frizzata per sempre di un momento di quotidianità di quasi duemila anni fa.

Leggi tutto l’articolo sul portale Ortica Web – del settimanale Ortica del Venerdì

Vai all’articolo: Pompei, una meraviglia continua! di Pamela Stracci

Buona lettura! Redazione Quia