Posted on: 15 Gennaio 2021 Posted by: Redazione Comments: 0

Sono 88 i disegni che illustrano la Divina Commedia, eseguiti dal celebre pittore cinquecentesco Federico Zuccari, famoso per aver affrescato anche la Cupola di Santa Maria del Fiore, la celebre basilica che meravigliò così tanto Stendhal da farlo sentire male alla vista di cotanta bellezza (Sindrome di Stendhal), ad avviare i festeggiamenti in onore di Dante Alighieri, agli Uffizi.

 Questa raccolta, realizzata tra il 1586 e il 1588 durante il soggiorno Spagnolo del maestro, è entrata nella collezione degli Uffici nel 1738 grazie alla generosa donazione di Anna Maria Luisa de’ Medici, l’ultima erede della linea primogenita di Casa Medici. Già dai primi di gennaio, è possibile ammirare in ipervisione questi splendidi disegni, digitalizzati in alta definizione e organizzati in un percorso guidato, sul sito www.uffizi.it nella mostra virtuale “A riveder le stelle”. “Finora questi bellissimi disegni sono stati visti da pochi studiosi, ed esposti al pubblico appena due volte e soltanto in parte – queste le parole che si leggono sul suto ufficiale del direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt- oggi vengono pubblicati integralmente e con un commento didattico-scientifico sul sito degli Uffizi, dove d’ora in poi saranno liberamente consultabili. E’ un vero orgoglio per le Gallerie aprire il Settecentenario dalla morte del sommo poeta rendendo disponibile a tutti questa straordinaria raccolta di arte grafica. Materiale prezioso non solo per chi fa ricerca ma anche per chi, appassionato dell’opera dantesca, sia interessato ad addentrarvisi per seguire, come dice l’Alighieri, virtute e canoscenza”.

Iniziano in questo modo i festeggiamenti per la ricorrenza del 700esimo dalla morte del Sommo Poeta.

Noi di Quia intendiamo festeggiare questa ricorrenza fondamentale per la storia culturale italiana con la Mostra “Dante, il sommo canto”! (clicca per scoprire di più).