Posted on: 10 Febbraio 2021 Posted by: Redazione Comments: 0

L'Arte raccontata da chi la crea

Come è nata la sua passione per l'arte?

La mia passione per l’arte è nata per l’amore e la libertà che mi trasmettono i colori. Dopo aver conseguito le scuole dell’obbligo, ho seguito due corsi per imparare a muovere il pennello, dipingere; nel disegno e nella prospettiva ero una frana ma con il pennello e i colori tutto diventava più facile.

Quali sono i grandi maestri del passato che ammira?

Michelangelo Buonarroti e Vincent Van Gogh.

Qual è la sua tecnica preferita?

Colori acrilici e colori a olio. Una gran differenza tra i due: l’olio per la leggerezza e le sfumatura che si riesce a dare ai colori, il pennello sembra si muova da solo, mentre gli acrilici per l’intensità che si riesce a dare ai colori.

Cosa prova mentre crea?

Tanta libertà, che ogni essere umano credo abbia il diritto di avere, e infinita pace, totale serenità.

Qual è il messaggio che vuole trasmettere con le sue opere?

Innanzitutto, umiltà perché credo che quello che ognuno di noi dipinge sia solo un messaggio che viene trasmesso dal cuore, e vorrei trasmettere tanta positività a tutti e cercare di far capire che la vita non è solo bianco e nero ma è piena di colori belli. Basta guardarsi intorno e sapere osservare che siamo sommersi di cose belle, di piccole cose che ci regalano grandi emozioni dal niente. 

Quali sono i suoi prossimi progetti come artista?

Ho in progetto di fare un calendario per l’anno 2022 con alcune mie opere alle quali sto lavorando, e una mostra con i miei dipinti.

©Intervista rilasciata a A.C. Quia e autorizzata alla pubblicazione il 3 febbraio 2021. Vietata la riproduzione. I lettori che volessero condividere la presente intervista, possono farlo ESCLUSIVAMENTE condividendo l’articolo tramite i pulsanti di condivisione.

Grazie Alessia