Carlo III è re del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord

Carlo III è re del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord

Alle ore 12:00 di oggi è iniziata la cerimonia di incoronazione Charles Philip Arthur George, salito al trono con il nome di Carlo III.

Nato il 14 novembre 1948, il primo nella linea di successione al trono britannico, è stato investito del titolo di principe di Galles il 26 luglio 1958. Il principe Carlo ha svolto molti ruoli pubblici nel corso degli anni ed è noto per il suo impegno nei confronti di molte cause, tra cui l’ambiente, l’architettura sostenibile e tradizionale e il sostegno alle comunità rurali e all’agricoltura biologica. Ha studiato a Cambridge e ha servito nella Royal Navy dal 1971 al 1976. Nel 1981, ha sposato Lady Diana Spencer, e dal loro matrimonio hanno avuto due figli: il principe William, nato nel 1982, e il principe Harry, nato nel 1984. Un matrimonio controverso e travagliato quello con Diana, amatissima da tutti i sudditi e dal mondo, terminato con il divorzio nel 1996. Dopo la morte di Diana nel 1997, Carlo si dedicherà sempre più alla luce del sole al suo rapporto con Camilla Parker Bowles, l’amore di sempre, che sposerà il 9 aprile del 2005: Camilla assumerà il titolo di Sua Altezza Reale, la Duchessa di Cornovaglia.

Oggi, a distanza di otto mesi dalla morte della Regina Elisabetta II, il re Carlo III ha pronunciato la formula rituale “Sono qui per servire, non per essere servito” nell’abbazia di Westminster aprendo la liturgia dell’incoronazione officiata dall’arcivescovo di Canterbury. Un rito millenario non senza l’introduzione di alcune novità: il re dopo essere stato presentato al popolo e aver prestato giuramento, ha pronunciato una toccante preghiera a voce alta. Altra novità nel rito, l’invito a tutti i sudditi, ovunque si trovino, a giurare fedeltà a Carlo III e ai suoi successori ed eredi.

Dopo Carlo III è stata incoronata anche Camilla, regina consorte, poi i due coniugi si sono diretti nella cappella di Sant’Edoardo per poi fare ritorno a Buchingham Palace in un lungo corteo a bordo della prestigiosa carrozza dorata Gold State Coach trainata da cavalli bianchi.

Non sono comunque mancate le manifestazioni di anti-monarchici che si sono radunati a Trafalgar Square durante la cerimonia al grido “Not my king”. Alle 15.13 circa la coppia di sovrani si è affacciata al balcone di Buckingham Palace per il consueto saluto reale.

Le celebrazioni non finiscono qui: nei prossimi giorni il Re e la Regina saranno impegnati in varie ricevimenti e appuntamenti ufficiali.

Pamela Stracci

© Riproduzione riservata

Foto credits Quia Magazine

 

QUIA MAGAZINE CLUB   Aprile 2024 - QUIA MAGAZINE sfoglia la rivista -  pubblicato l'articolo Oltre la tela: la Lowbrow Art -  pubblicato il podcast Shakespeare, il mistero dello sua scrittura  -   pubblicata la terza parte dell'audiolibro "La contessa d'Amalfi" di Gabriele D'Annunzio