Franz Beckenbauer, il Kaiser del calcio

Franz Beckenbauer, il Kaiser del calcio

di Fabio Morelli.

 

Il 7 gennaio scorso il mondo del calcio ha perso uno dei suoi più importanti rappresentanti: Beckenbauer, al quarto posto della classifica mondiale dei migliori giocatori del XX secolo, il suo nome compare anche nella FIFA 100. Lo vogliamo ricordare nelle tappe più salienti della sua strepitosa carriera calcistica.

Franz Beckenbauer, noto come “Der Kaiser,” è uno dei calciatori più iconici nella storia del calcio. Nato il 11 settembre 1945 a Monaco di Baviera, Germania, Beckenbauer ha lasciato un’impronta indelebile nel mondo del calcio grazie, certo, alle sue straordinarie abilità, ma anche alla leadership carismatica e alla versatilità sul campo.

Beckenbauer ha iniziato a giocare a calcio nelle giovanili del Bayern Monaco, il club della sua città natale, e ha rapidamente attirato l’attenzione per il suo talento. Il suo debutto in prima squadra avvenne nel 1964, e da lì in poi la sua carriera ha conosciuto solo il successo.

Il ruolo originario di Beckenbauer era quello di mediano, passò poi alla posizione di libero, ridefinendo in modo rivoluzionario il ruolo. Con una visione di gioco eccezionale, eleganza nei movimenti e un senso innato del tempismo, Beckenbauer non era solo un difensore, ma spesso agiva come regista della partita, contribuendo sia alla costruzione del gioco che alla solidità difensiva.

Il punto culminante della carriera di Beckenbauer è senza dubbio la Coppa del Mondo del 1974, ospitata dalla Germania Ovest. Beckenbauer, capitano della squadra, svolse un ruolo cruciale nel condurla alla vittoria finale. La Germania Ovest sconfisse i Paesi Bassi in una finale indimenticabile, con Beckenbauer che dimostrò nuovamente il suo spirito di leader e la sua abilità sul campo.

Dopo il ritiro come giocatore, Beckenbauer ha intrapreso una carriera di successo come allenatore e dirigente. Ha allenato il Bayern Monaco e la nazionale tedesca, dimostrando di possedere le stesse qualità vincenti che aveva avuto in campo anche da bordo campo. In seguito, ha giocato un ruolo chiave nell’organizzazione dei Mondiali del 2006 in Germania.

La carriera di Franz Beckenbauer è adornata da numerosi premi e riconoscimenti. Ha vinto il Pallone d’Oro due volte (nel 1972 e nel 1976) e ha fatto parte della squadra vincitrice di quattro titoli di Bundesliga con il Bayern Monaco. La sua influenza nel calcio è stata tale che il termine “Kaiser” (imperatore) è diventato un epiteto affettuoso e rispettoso per descrivere il suo ruolo centrale sia in campo che fuori.

© Riproduzione riservata

QUIA MAGAZINE CLUB   Aprile 2024 - QUIA MAGAZINE sfoglia la rivista -  pubblicato l'articolo Oltre la tela: la Lowbrow Art -  pubblicato il podcast Shakespeare, il mistero dello sua scrittura  -   pubblicata la terza parte dell'audiolibro "La contessa d'Amalfi" di Gabriele D'Annunzio