I simboli di Halloween: corvi, gatti e pipistrelli

I simboli di Halloween: corvi, gatti e pipistrelli

In questo periodo, dove la natura ci incanta con i suoi colori dai toni aranciati, si avvicina anche Samhain, ovvero il capodanno celtico, che forse conoscerete meglio con il nome di Halloween. 

In questo periodo siamo abituati ad esser circondati da zucche, scheletri e soprattutto animali dal manto scuro.

Uno tra questi è indubbiamente il corvo, creatura intrigante troppo spesso considerata erroneamente portatrice di sventure. Un simbolo spesso presente nelle mitologie antiche: ad esempio il fidato compagno di Odino, messaggero tra i mondi e portatore di ogni altro tipo di notizia proveniente dal nostro mondo. È inoltre un animale molto saggio, che ci invita a riflettere sulle nostre azioni spronandoci a cercare in noi stessi le soluzioni di cui abbiamo bisogno, accettando ogni aspetto che la vita ci offre. In alcune culture, è anche colui che scorta e conforta le anime nel passare da un mondo all’altro, divenendo anche complesso simbolo dell’innata dualità dell’esistenza umana.

Altro essere che di certo non fatichiamo a trovare è il gatto nero, anch’esso equivocamente considerato portatore di incidenti, sciagure e sfortuna, se non addirittura una vera e propria incarnazione del male in persona. Ma in un mondo in cui l’unico male esistente è quello che provoca l’uomo stesso, i gatti neri dovrebbero essere “temuti” solamente da coloro che vogliono fare del male a loro o a coloro che gli hanno donato cure, affetto o una casa. Infatti, se secondo la tradizione appartenevano davvero esclusivamente alle streghe, il loro scopo non era quello di offendere poveri sconosciuti, piuttosto di proteggere le loro padrone da chiunque volesse le offendere, quasi a dirci che fare del male al prossimo dovrebbe realmente impaurirci.

Infine, per ultimi ma non a livello di importanza, i pipistrelli, mistici guardiani della notte che, pur non godendo anch’essi di un’ottima fama a livello popolare, hanno un ruolo cruciale nell’ecosistema in cui vivono.

Insomma, questi importanti animali non sono altro che messaggeri, pronti in realtà ad aiutarci e ispirarci nella nostra quotidianità.

© Riproduzione riservata

Photo credits Quia APS

QUIA MAGAZINE CLUB   QUIA MAGAZINE sfoglia la rivista -  pubbicato il focus su L'amore di Dante per Beatrice nella lettura di un sonetto della Vita Nova - pubblicata la terza unità del Corso base di Scrittura Giornalistica - pubblicato l'articolo Oltre la tela: la Lowbrow Art -  pubblicato il podcast Shakespeare, il mistero della sua scrittura  -   pubblicata la terza parte dell'audiolibro "La contessa d'Amalfi" di Gabriele D'Annunzio