SPECIALE: Intervista a Babbo Natale, direttamente da Rovaniemi (Finlandia)

SPECIALE: Intervista a Babbo Natale, direttamente da Rovaniemi (Finlandia)

a cura di Pamela Stracci

Centinaia di migliaia di persone di tutte le età e provenienti da tutto il mondo, ogni anno fanno visita a Babbo Natale, il personaggio più conosciuto di tutti i tempi. Dal 1992, è infatti aperto, tutti i giorni dell’anno, l’ufficio di Babbo Natale (Santa Claus Office) situato nel cuore del villaggio vicino a Rovaniemi in Finlandia, nel Circolo Polare Artico. Ad accogliere i visitatori un paesaggio mozzafiato da lasciare senza parole: tra la neve dai riflessi lucenti del periodo freddo, case e alberi di natale addobbati tutto l’anno, il profumo del legno di abete, le luci tutto intorno che come piccole lucciole accompagnano nell’atmosfera del Natale. C’è la Casa di Babbo Natale e di Mamma Natale, la casa delle renne, la piazza principale, l’ufficio postale! La Posta centrale è piena di Elfi intenti a preparare le spedizioni dei regali ma anche delle cartoline postali spedite dai visitatori.

Salve Babbo Natale, ti ringrazio innanzitutto per aver dedicato qualche istante del tuo prezioso tempo a questa intervista. Com’è la vita a Rovaniemi?

Nel villaggio di Rovaniemi, qui nella Lapponia finlandese, la vita è tranquilla perché è sempre Natale e c’è sempre gioia e amore tra gli abitanti e i turisti che vengono a trovarmi. Quando si viene qui ci si dimentica dei problemi, dei pensieri e delle angosce della vita, non c’è invidia né odio, solo tanta voglia di fare il bene dell’altro. Ecco sono proprio fortunato a vivere in questo paradiso, anche se la fatica è comunque tanta perché per prepararmi al Natale devo lavorare tutto l’anno senza sosta, ma sono felice oh oh oh!

Quante lettere ricevi nella tua cassetta postale di Rovaniemi?

Ogni anno nella mia cassetta postale, all’Ufficio Centrale del villaggio, arrivano circa mezzo milione di letterine che mi mandano i bambini da ogni parte del
mondo. Sono tante letterine ma le leggo e le conservo tutte! Ogni volta che gli Elfi me le portano per me è una grande gioia: ogni letterina è unica, come la storia che racconta, come il bambino che l’ha scritta oh oh oh!

Cosa ti piace fare nei momenti di riposo? 

Come tutti, mi piace stare molto con la mia famiglia e gli abitanti del villaggio: ci raccontiamo storie antiche e storie che saranno oh oh oh Ma una confidenza voglio fartela! Quando posso, soprattutto in autunno, mi piace andare a caccia dell’aurora boreale. Quando è il momento giusto, prendo le renne e vado sulla cima della collina di Ounasvaara dove posso ammirare l’aurora in tutto il suo splendore. Ogni volta che la vedo, nonostante la mia veneranda età, è sempre un’emozione unica: che colori magnifici, che riflessi cangianti, che meravigliosa opera del Creato!

Una curiosità: qual è il piatto che ti piace mangiare di più?

Come vedi sono una buona forchetta oh oh oh, ma non mi piace solo mangiare: sono molto curioso di sperimentare sapori nuovi oltre che quelli della  radizione. Uno dei piatti che più mi piacciono è il Salmone alla fiamma con tanti broccoli e verze, salsa di cipolla e un contorno di patate extra! Lo mangio spesso durante l’anno oh oh oh!

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

Sì, in particolare ai bambini! Cari bambini, questi anni sono stati molto duri per tutti però sappiate che non importa se qualche volta avete fatto una marachella, l’importante è che amiate sempre il prossimo, l’amore non deve mancare mai, ricordate: questo è il Natale! 

Ora ti devo lasciare che ho tanto da fare per finire di preparare tutto! Cos’altro aggiungere? Ah sì, Buon Natale oh oh oh 

Grazie Babbo Natale della tua disponibilità, è stato un grande onore averti potuto intervistare, un saluto da tutti i bambini e i lettori di Quia Magazine!

© Riproduzione riservata

QUIA MAGAZINE CLUB   QUIA MAGAZINE sfoglia la rivista -  pubbicato il focus su L'amore di Dante per Beatrice nella lettura di un sonetto della Vita Nova - pubblicata la terza unità del Corso base di Scrittura Giornalistica - pubblicato l'articolo Oltre la tela: la Lowbrow Art -  pubblicato il podcast Shakespeare, il mistero della sua scrittura  -   pubblicata la terza parte dell'audiolibro "La contessa d'Amalfi" di Gabriele D'Annunzio