2024: l’anno del drago verde

2024: l’anno del drago verde

di Moreno Stracci

Il Capodanno Cinese, anche noto come la Festa di Primavera o Chun Jie, è una celebrazione ricca di tradizioni millenarie che segue un calendario lunisolare, ed è una festività profondamente radicata nella cultura, nella storia, nelle credenze e nelle tradizioni del popolo cinese. Scopriamo insieme alcune curiosità e cosa ci riserva il 2024.

Perché  la data del  Capodanno Cinese cambia ogni  anno?

A differenza del calendario gregoriano, che segue il movimento del sole, il Capodanno Cinese segue un calendario lunisolare, basato su cicli della Luna e del Sole. Questo calendario si basa sulla fase lunare, in cui un mese inizia con la Luna nuova e termina con la Luna piena. Il Capodanno Cinese cade il secondo giorno di Luna Nuova dopo il solstizio d’inverno. Di conseguenza può cadere in un intervallo compreso tra il 21 gennaio e il 20 febbraio secondo il calendario gregoriano. Questa dinamicità aggiunge un elemento di suspense e gioia alla celebrazione, portando ogni anno un nuovo inizio carico di significato. Quest’anno la ricorrenza cade il 10 febbraio.

Come  si  festeggia?

La festa inizia con le preparazioni che coinvolgono pulizie approfondite delle case, l’acquisto di oggetti portafortuna, la preparazione di piatti tradizionali e la decorazione con lanterne rosse. La notte della vigilia del Capodanno, le famiglie si riuniscono per una cena festiva, durante la quale è comune scacciare gli spiriti maligni con fuochi d’artificio e rumore. Sull’entrata delle case e dei negozi vengono appese lunghe strisce di carta rosse, l’antica usanza dei distici, che riportano messaggi di buon augurio come: “Buona fortuna”, o “Successo in tutte le imprese”, “Un raccolto copioso”, “Siano i clienti numerosi come le nuvole” e così via.

Si  cucina  cibo  sufficiente  per  durare molti giorni perché oltre a sfamare i commensali, non bisognava far adirare gli dei e quindi nessun coltello o lama può essere utilizzata. Questo per evitare che la buona sorte possa essere troncata.

Questo  è  l’anno  è  del Drago!

Il pantheon dello zodiaco cinese non è come quello che tutti conosciamo in occidente e che deriva quindi dalla combinazione delle tradizioni babilonese e greca. Ogni anno del calendario cinese è associato a uno degli dodici animali zodiacali: topo, bue, tigre, coniglio, drago, serpente, cavallo, capra, scimmia, gallo, cane e maiale. Questi animali seguono un ciclo di dodici anni, creando un ciclo di zodiaco. La combinazione dell’animale zodiacale e dell’elemento associato (legno, fuoco, terra, metallo, acqua) determina le caratteristiche di quell’anno.

Il  2024  è  l’anno  del  Drago verde di Legno. Si dice che un anno del Legno possa portare cambiamenti    positivi,    nuove opportunità  e  una  maggiore  flessibilità nell’affrontare  le  sfide.  Nell’astrologia  cinese,  il  Drago  è  spesso  considerato  un simbolo di potenza, nobiltà e buona fortuna. Le persone nate nell’anno del Drago sono viste come carismatiche, ambiziose e indipendenti.

© Riproduzione riservata

QUIA MAGAZINE CLUB   Febbraio 2024   -   QUIA MAGAZINE È disponibile il numero di febbraio 2024     -     pubblicato l'articolo (con reportage) Italo Calvino, lo sguardo dell'archeologo alla Nazionale di Roma    -    pubblicato il podcast di Kansha La bellezza effimera, apprezzare ogni momento    -    pubblicato l'audioarticolo L'esperimento di Standford sul comportamento umano    -   pubblicato l'articolo Joseph Joachim Raff: il compositore dimenticato     -    pubblicato l'audioarticolo B.B. King: il Re del Blues     -    pubblicata la prima parte dell'audiolibro "La contessa d'Amalfi" di Gabriele D'Annunzio    -    disponibile per il Quia Club la seconda lezione del Corso di introduzione alla scrittura giornalistica: Unità 2 Quando un fatto diventa notizia, l'articolo di giornale