La caccia al tesoro nel giorno di Natale, leggiamo una storia!

La caccia al tesoro nel giorno di Natale, leggiamo una storia!

C’era una volta, in un piccolo villaggio circondato da alberi coperti di neve, un gruppo di bambini che aspettavano con impazienza la notte di Natale. La magia dell’inverno aveva avvolto il luogo, e l’aria era piena di meraviglia.
I bambini si chiamavano Luca, Sofia, Matteo e Giulia. Vivevano tutti nella stessa strada e erano inseparabili amici. Una settimana prima di Natale, decisero di fare qualcosa di speciale per rendere la festa ancora più magica.

Si riunirono nella soffitta polverosa di Luca, il posto segreto dove si incontravano per condividere idee e fare piani. Seduti in cerchio, si guardarono con occhi scintillanti e iniziarono a pensare a come rendere il Natale indimenticabile.
Dopo un po’, Sofia ebbe un’idea brillante: “E se organizzassimo una caccia al tesoro natalizia per tutto il villaggio?”. Gli altri bambini saltarono dalla gioia, e subito iniziarono a pianificare ogni dettaglio.
Decisero di nascondere piccoli regali in luoghi speciali del villaggio e di scrivere indizi divertenti per guidare le persone alla loro ricerca. I regali erano semplici, come candele profumate e biscotti fatti in casa, ma il divertimento della caccia al tesoro era ciò che rendeva tutto così speciale.
Il giorno di Natale arrivò, e il villaggio si risvegliò nella luce scintillante del sole invernale. I bambini posero con attenzione i regali nei loro nascondigli segreti e sistemarono gli indizi nei posti giusti.
La notizia della caccia al tesoro si diffuse rapidamente, e le persone del villaggio uscirono di casa con sorrisi curiosi. I bambini, nascosti dietro gli alberi, osservavano con gioia mentre le famiglie si impegnavano nella caccia.
La caccia al tesoro durò tutto il giorno, con sorrisi e risate che riempivano l’aria gelida. Alla fine, quando ogni tesoro era stato trovato, il villaggio si riunì nella piazza principale per condividere gioia e gratitudine.
Luca, Sofia, Matteo e Giulia si guardarono soddisfatti, sapendo di aver portato un po’ di magia nel loro amato villaggio. Anche se i regali erano piccoli, il vero tesoro era l’amicizia e la gioia che avevano diffuso durante quella speciale giornata di Natale.
E così, il villaggio continuò a celebrare il Natale con la tradizione della caccia al tesoro, creando ricordi felici che durarono per sempre. E in ogni inverno successivo, la magia di quel Natale senza riferimenti religiosi si diffuse come una dolce brezza di gioia e amore.

di Moreno Stracci

© Riproduzione riservata

QUIA MAGAZINE CLUB   Aprile 2024 - QUIA MAGAZINE sfoglia la rivista -  pubblicato l'articolo Oltre la tela: la Lowbrow Art -  pubblicato il podcast Shakespeare, il mistero dello sua scrittura  -   pubblicata la terza parte dell'audiolibro "La contessa d'Amalfi" di Gabriele D'Annunzio