Posted on: 3 Marzo 2021 Posted by: Redazione Comments: 0

Mostra a cura di
Pamela Stracci (Curatrice d'arte ed esperta in beni culturali)
Moreno Stracci (Storico e critico d'arte, Linguista)

Introduzione
3 marzo 2021: SOS NATURA SELVAGGIA

Il 3 Marzo del 1973 i rappresentanti di 80 Paesi riuniti a Washington sottoscrissero il testo della Convenzione Cites che regolamenta il commercio internazionale delle specie di flora e fauna minacciate da estinzione, convenzione che diventerà parte integrante delle attività dell’ONU.

Il 20 Dicembre del 2013, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito per il giorno 3 marzo di ogni anno il “World Wildlife Day” con lo scopo di sostenere e proteggere ogni forma di vita sulla Terra. Il numero degli Stati che negli anni hanno aderito alla Convenzione è 182.

Quest’anno l’ONU richiama l’attenzione sulle “Foreste e mezzi di sussistenza: sostegno delle persone e del pianeta” riconoscendo le aree boschive come unica fonte di sostentamento per milioni di persone, in particolare per le comunità indigene. Questo perfetto ecosistema è da sempre e per sempre sarà fonte di vita per tutte le creature, compresi gli esseri umani. Il punto di riflessione è che purtroppo non tutte le persone hanno avuto la fortuna come noi di avere sotto casa un supermercato o una farmacia, ma ci sono persone (nel mondo sono oltre 300 milioni) che vivono nelle foreste e che sopravvivono esclusivamente tramite le risorse che con tenacia e fatica riescono a procurarsi, come il fuoco, il cibo, il riparo, le erbe medicinali, rinforzando e conservando tra quei boschi le loro tradizioni e le loro radici storiche. Il buon funzionamento degli ecosistemi così perfetti dai tempi dei tempi, è di vitale importanza non solo per quelle popolazioni ma per l’umanità intera, e il rischio che venga stravolto irreversibilmente proprio dalla mano dell’uomo è ormai imminente.

Troppi uomini d’affari abbagliati da facili guadagni non rispettano più la Natura, la nostra Madre Terra, così prodiga e generosa nei confronti dell’umanità, e in nome di un egoistico riscontro economico deforestano e sfruttano le foreste in maniera abominevole, causando cambiamenti ai loro delicati equilibri, distruggendo in maniera irreversibile gli habitat di molte specie, ignorando l’importanza e la bellezza della Natura SELVAGGIA e le conseguenze drammatiche che tutto ciò comporterà nella vita di tutti NOI. La Natura ha tanto da insegnarci, non è ora di ascoltare quegli insegnamenti? Non è ora di chiedere scusa e di promettere sinceramente che non lo faremo più?

Questa mostra è dedicata alla Natura e alla sua ineguagliabile bellezza.

Ambra Frezza, Scrittrice

Video della mostra

Per un'esperienza completa, guarda il video a schermo pieno!

(clicca in basso a destra sul video)

Si ringraziamo gli artisti

Alba Marchetti

Alessia Martino

Alfredo Cardinali

Ambra Frezza

Antonella Latorrata

Aurora Morelli

Blackcappello

Chiara Morelli

Ciro Fabbozzi

Daniela Maria Serranò (Amadè)

Tiziana Bardelloni

Sofia Becherucci

Eleonora Morelli

Emma Bitri (Emmabi)

Francesco Navacchi

Gianna Masoero

Giovy Rocca

Giuliana Saglimbeni

Loredana Fantato

Lucia Turturo

Maria Brillante

Maria Gloria Mondini

Marisa Zaza

Milena Dalle Carbonare

Milena Via

Moreno Stracci

Pamela Stracci

Patrizia Epifania

Renato Della Bella

Roberto Martini

Rosabianca

Saveria Neri

Per chi desidera informarsi sulle politiche ambientali dell’Unione Europea, può visitare la pagina Environment del sito www.europa.eu.

Bandi ancora aperti per ARTISTI
(clicca sulla foto per scoprire come partecipare)