Toscana: Niki De Saint Phalle e il Giardino dei Tarocchi

Toscana: Niki De Saint Phalle e il Giardino dei Tarocchi

Nella campagna toscana, nei pressi di Capalbio, sorge dal verde una meravigliosa opera d’arte ambientale. Questo straordinario parco è stato creato dall’artista franco-americana Niki de Saint Phalle (1930-2002) ed è un’attrazione unica che combina l’arte, la natura e la spiritualità.

Il progetto per il Giardino dei Tarocchi ebbe inizio negli anni ’50 quando Niki de Saint Phalle (in foto) visitò per la prima volta il Parco Guell di Antoni Gaudì a Barcellona, Spagna. Questa visita ispirò l’artista a intraprendere un progetto simile, un giardino scultoreo di dimensioni monumentali ispirato ai tarocchi, il sistema di carte da gioco ricco di simbolismo e mistero che tanto affascina gli appassionati. Il lavoro sul giardino iniziò negli anni ’70 e richiese quasi 20 anni per essere completato.
Il Giardino dei Tarocchi è popolato da una serie di gigantesche sculture (alcune abitabili), che rappresentano gli arcani maggiori dei tarocchi in modo affascinante ed eccentrico. Le sculture sono realizzate in cemento e sono decorate con mosaici di vetro colorato, specchi e ceramiche. Ogni scultura è un capolavoro unico, con forme stravaganti e colori vivaci che catturano l’immaginazione dei visitatori.

Fasi del posizionaento di KM3NeT

Attraverso le sculture, Niki de Saint Phalle ha cercato di esplorare i temi della vita, della morte, dell’amore, del destino e della spiritualità. Un paesaggio surreale dove immergersi per estraniarsi dalla frenetica quotidianità che la sua proprietaria ha voluto condividere con gli altri. Il Giardino dei Tarocchi è infatti aperto al pubblico e offre un’esperienza unica. I visitatori possono passeggiare tra le sculture, esplorare i giardini circostanti e immergersi nell’arte e nella simbologia dei tarocchi. Il giardino è un luogo di contemplazione e riflessione, ma è anche un’attrazione molto divertente per le persone di tutte le età, grazie alla sua natura surreale e fantasiosa.
Dopo la morte di Niki de Saint Phalle nel 2002, il parco è rimasto come una testimonianza duratura del suo talento creativo e della sua visione artistica. 
Oggi è gestito da una fondazione e continua ad attirare visitatori da tutto il mondo, contribuendo a preservare il ricco patrimonio artistico di questa straordinaria artista.

Il Giardino dei Tarocchi è una tappa imperdibile per gli amanti dell’arte, della cultura e della bellezza della natura quando visitano la Toscana, offrendo un’esperienza unica che combina l’arte e la spiritualità in un contesto straordinario.

Chiara Morelli

© Riproduzione riservata

Photo-video credits:

“Le ‘Jardin des Tarots’ de Niki de Saint Phalle (Capalbio, Italie)” by dalbera

“L’Étoile (Le Jardin des Tarots de Niki de Saint Phalle à Capalbio, Italie)” by dalbera

Il Giardino dei Tarocchi (The Garden of Tarot)” by Simone Ramella is licensed under CC BY 2.0.

QUIA MAGAZINE CLUB   Aprile 2024 - QUIA MAGAZINE sfoglia la rivista -  pubblicato l'articolo Oltre la tela: la Lowbrow Art -  pubblicato il podcast Shakespeare, il mistero dello sua scrittura  -   pubblicata la terza parte dell'audiolibro "La contessa d'Amalfi" di Gabriele D'Annunzio