Festival delle Arti Quia: torna la seconda edizione della rassegna internazionale delle arti

Festival delle Arti Quia: torna la seconda edizione della rassegna internazionale delle arti

Dopo il grande successo dello scorso anno, torna la seconda edizione del Festival delle Arti Quia la manifestazione internazionale annuale fondata e curata da Moreno Stracci (Critico e storico d’arte e letterario), Pamela Stracci (giornalista e curatrice d’arte) e Ambra Frezza (insegnante, coreografa e scrittrice).

Cerveteri, 31 luglio 2023 – “E’ una grande soddisfazione quella di essere ospitati per il terzo anno consecutivo nella Città di Cerveteri – queste le parole del Presidente del Festival, il critico e storico dell’arte e della letteratura, dott. Moreno Stracci – Nel 2021 abbiamo portato Dante, poi l’anno successivo Canova mentre quest’anno sarà Italo Calvino, nella ricorrenza dei cento anni dalla nascita, il filo conduttore del Festival nella città etrusca. Calvino è conosciuto in 67 paesi del mondo e tradotto in 56 lingue, ed è indubbiamente l’intellettuale italiano del Novecento che ha avuto il più significativo impatto sociale e culturale su scala mondiale. La città di Cerveteri, è dal canto suo un territorio aggregativo emblematico per cultura e paesaggio, un luogo di conservazione, trasformazione ed evoluzione, abitato in modo continuativo da tre millenni. Una indubbia sinergia culturale! Come non ringraziare il Sindaco di Cerveteri la dott.ssa Elena Gubetti e l’Assessore alle Pari Opportunità, Cultura, Inclusione e Pubblica Istruzione dott.ssa Federica Battafarano per la rinnovata stima alle Quia APS? Un evento internazionale che conferma quanto la Città di Cerveteri, Città della Cultura della Regione Lazio, sia proiettata nel mondo”.

L’obiettivo del Festival è quello di raccogliere, in un ambiente di scambio intersemiotico, le diverse espressioni della creatività umana, le arti visive e performative permettendo uno scambio in termini di capitale umano e culturale tra gli artisti, i visitatori, gli enti privati e le istituzioni italiane, i relatori, gli ospiti e i curatori: la persona e il suo coinvolgimento esperienziale sono il punto centrale della manifestazione.

Durante il Festival saranno presenti vari ospiti del mondo dello spettacolo e della cultura e non mancheranno performance d’arte e conferenze: tra queste ultime un omaggio a Italo Calvino, “Cent’anni di Calvino”.

Il Festival è un contenitore – spiega il direttore artistico e curatore Pamela Stracci – all’interno del quale non ci sono solo mostre statiche che concludono l’esperienza del visitatore con lo sguardo sull’opera. C’è molto di più! Intanto è una rassegna di arte contemporanea che accoglie sia ottimi artisti emergenti, sia autori affermati che maestri storicizzati di fama mondiale: lo scorso anno abbiamo per esempio ospitato capolavori di Leonid Afremov, Tebér, Kobra e non solo. Questo perché pensiamo fermamente che l’arte debba stimolare non solo il visitatore ma anche gli artisti tra loro in un confronto, scontro e interazione di idee, sensazioni, esperienze. Non solo arti visive ma anche la poesia e la letteratura nutrono questo scambio culturale potente. E poi le performance d’arte, il ballo, le interviste di attualità con grandi ospiti del giornalismo e della cultura. Un evento a 360 gradi dove nulla è lasciato al caso ma tutto è lasciato alla cultura!”

Varie le mostre ospitate nei tre giorni del Festival:

– Mostra concorso “LE CITTA’ INVISIBILI: Calvino dal reale all’immaginario” – BANDO PER PARTECIPARE

– “Senza confini – No borders”, terza edizione mostra d’arte di cartoline d’artista dal mondo in occasione della ricorrenza della Giornata internazionale del turismo promossa dalla UNWTO | World Tourism Organization a UN Specialized Agency, terza edizione – BANDO PER PARTECIPARE

Opere scelte dalle iniziative:

– “Un anno d’arte” seconda edizione – mostra di artisti internazionali;

–  “Mai più” terza edizione 2023 abbinato al Premio Nazionale per le arti “Pietro Frezza”, mostra d’arte in occasione della Giornata della Memoria 2023;

– “Letteratura per il nuovo Millennio” abbinata al Premio Nazionale “Marta Redolfi” seconda edizione, mostra di arte e letteratura.

Il programma definitivo e i patrocini verranno ufficializzati nei prossimi giorni. 

Chiara Morelli

© Riproduzione riservata

QUIA MAGAZINE CLUB   Aprile 2024 - QUIA MAGAZINE sfoglia la rivista -  pubblicato l'articolo Oltre la tela: la Lowbrow Art -  pubblicato il podcast Shakespeare, il mistero dello sua scrittura  -   pubblicata la terza parte dell'audiolibro "La contessa d'Amalfi" di Gabriele D'Annunzio