Gennaio 2024: l’editoriale

Gennaio 2024: l’editoriale

“Non aspettare il nuovo anno per cambiare la tua prospettiva. Ottieni una nuova visione ogni giorno.” Mi sembra una bella frase per iniziare l’anno nuovo. Come afferma l’autrice Alexandra Elle, abbiamo veramente bisogno dell’anno nuovo per adottare nuove prospettive, nuovi obiettivi? Io non credo, anzi, questa enfasi posta su inizi prestabiliti ci porta fuori strada, frena le nostre intenzioni e nutre le nostre procrastinazioni.

Quello che dobbiamo cercare è un nuovo inizio dentro di noi, voluto da noi. Se è un inizio giusto, veramente desiderato, allora non serve aspettare l’inizio dell’anno, la fine dell’estate o che le cose siano pronte: la nostra forza, il nostro coraggio, la nostra passione saranno tutto quello di cui avremo bisogno per lanciarci fiduciosi in nuovi fruttuosi inizi. In fin dei conti, ogni mattina è un’opportunità per un nuovo inizio.

Moreno Stracci 

Il Direttore Editoriale

© Riproduzione riservata

QUIA MAGAZINE CLUB   QUIA MAGAZINE sfoglia la rivista -  pubbicato il focus su L'amore di Dante per Beatrice nella lettura di un sonetto della Vita Nova - pubblicata la terza unità del Corso base di Scrittura Giornalistica - pubblicato l'articolo Oltre la tela: la Lowbrow Art -  pubblicato il podcast Shakespeare, il mistero della sua scrittura  -   pubblicata la terza parte dell'audiolibro "La contessa d'Amalfi" di Gabriele D'Annunzio