P’Astra: il cielo di gennaio 2023

P’Astra: il cielo di gennaio 2023

  IL CIELO DI GENNAIO 2023

Apriamo il nuovo anno astronomico con lo sciame delle Quadrantidi dalla costellazione di Boote, che, anche se le condizioni di visibilità non saranno le migliori, sono al loro massimo poco prima dell’alba del 4 gennaio.

Il 22 gennaio alle 22:59 Venere si congiunge a Saturno nella costellazione dell’Acquario con solo 2′ di separazione. Un aspetto astrologico che ci parla di sentimenti e di relazioni opposte: da una parte il pianeta dell’amore, Venere e dall’altra un rigoroso Saturno. Attenzione quindi ai conflitti dovuti a una carenza di dialogo, di espressione, di emozione. Questo incontro nel segno dell’Acquario è legato soprattutto alla necessità o meno di adeguarsi a quello che il caso o il caos metteranno davanti al nostro futuro, alle nostre scelte, alla nostra vita.

Chiudiamo il mese con Mercurio alla sua massima elongazione Ovest (25° ore 6:38): il messaggero celeste sarà ben visibile poco prima dell’alba sopra l’orizzonte.

© Riproduzione riservata

QUIA MAGAZINE CLUB   Febbraio 2024   -   QUIA MAGAZINE È disponibile il numero di febbraio 2024     -     pubblicato l'articolo (con reportage) Italo Calvino, lo sguardo dell'archeologo alla Nazionale di Roma    -    pubblicato il podcast di Kansha La bellezza effimera, apprezzare ogni momento    -    pubblicato l'audioarticolo L'esperimento di Standford sul comportamento umano    -   pubblicato l'articolo Joseph Joachim Raff: il compositore dimenticato     -    pubblicato l'audioarticolo B.B. King: il Re del Blues     -    pubblicata la prima parte dell'audiolibro "La contessa d'Amalfi" di Gabriele D'Annunzio    -    disponibile per il Quia Club la seconda lezione del Corso di introduzione alla scrittura giornalistica: Unità 2 Quando un fatto diventa notizia, l'articolo di giornale