La strada verso casa: i tre poteri dell’anima secondo l’Induismo

La strada verso casa: i tre poteri dell’anima secondo l’Induismo

Secondo l’induismo, l’anima possiede tre poteri: jiva, la vita, la volontà di essere, jyoti, la luce, la volontà di vedere, e prema, l’amore, la volontà di amare. Nel momento in cui l’anima decide di incarnarsi, secondo gli accordi presi con Dio, dimentica in parte o totalmente i suoi poteri.


L’induismo ci dice che nel momento dell’incarnazione l’anima viene avvolta da maya, il velo dell’illusione (la creazione materiale), e considera come unica realtà la materia nella quale, in verità, momentaneamente decide di fare la sua esperienza.

Dai tre poteri animici, le creature incarnate sviluppano, inconsapevolmente, tre profondissimi desideri: dalla volontà di essere nasce il desiderio di esistere per sempre, dalla volontà di vedere nasce il desiderio di conoscere la verità, dall’amore nasce il desiderio di provare la felicità perfetta. Da questo deriva il concetto di magnetismo dell’anima ossia la forza di attrazione che lo spirito sente verso un qualcosa di ignoto, una casa che non comprende ma della quale sente nostalgia perché sa che lì i suoi desideri saranno realizzati, perché sente che lì potrà divenire completo e incontrare Dio, e vivere in Lui: quello che gli induisti chiamano Sat-ChitAnanda l’Essere-Coscienza-Beatitudine, ossia l’anima risvegliata presente alla vita vera, temporaneamente impegnata a guadagnare esperienza nella materia.

Vi capita mai di avere la sensazione di non appartenere completamente a questa vita? Di conoscere un luogo capace di donarvi l’eterna felicità nell’amore incondizionato di Dio? Probabilmente è il vostro spirito che sente il richiamo del mondo luminoso e perfetto dell’anima.
Non esistono scorciatoie per giungervi prima del tempo, è sufficiente vivere questa esperienza che è la vita incarnata, sempre evolvendo, sempre amando, sempre desiderando la verità e in questa verità dare a quello che viviamo la giusta identità.
Una volta che l’esperienza sarà terminata, toccherà sempre a noi riconoscere la nostra evoluzione e decidere se tornare a casa. Nessuno lo farà per noi. Allora forza e coraggio.
La vita è un viaggio dalla materia alla luce. Diventa amore e troverai la strada di casa.

Amate e siate felici,
Il vostro Kansha

Le informazioni qui contenute hanno esclusivamente scopo informativo e non sostituiscono in nessun modo il parere del medico

© Riproduzione riservata

Leggi la rubrica

Kansha risponde

QUIA MAGAZINE CLUB   Aprile 2024 - QUIA MAGAZINE sfoglia la rivista -  pubblicato l'articolo Oltre la tela: la Lowbrow Art -  pubblicato il podcast Shakespeare, il mistero dello sua scrittura  -   pubblicata la terza parte dell'audiolibro "La contessa d'Amalfi" di Gabriele D'Annunzio